100% Made in Italy

Austria da tavolo

bandierina da scrivania dell'Austria

Live Chat

Scrivici

Bandiera da tavolo Austria da tavolo

Acquista la bandiera da tavolo Austria. Le bandierine da tavolo Austria sono ideali da essere poste sulla scrivania, per ricordare un viaggio o per dare il benvenuto a qualcuno che ci visita proveniendo da Austria.


La bandierina di Austria è venduta singolarmente senza basetta. Le basette possono essere acquistate a parte.

Leggi di più
Austria

L’immagine è soggetta a copyright e non è riutilizzabile.

Seleziona il materiale:

Poliestere Leggero Ideale per Interno




Dimensione:

Quantità:

Prezzo: (Iva Inclusa)

Vedi tabella dei formati disponibili

Tabella di comparazione formati e prezzi disponibili per Austria da tavolo:

Formato bandiera

Prezzo cda

14x21 cm

Poliestere Leggero

Prezzo cda:

4,00 €

(Iva Inclusa)

Acquista con la bandiera da tavolo dell'Austria anche la base che più ti piace. Disponiamo di basette con base in marmo, basette in ferro cromato, basette in ottone cromato, basette in legno. A seconda dell'ambiente in cui sarà esposta la tua bandierina dell'Austria sarà più opportuna una specifica tipologia di basetta.

 

La bandiera austriaca risale alla dinastia medievale dei Babenberg, costituita da una fascia d'argento su un campo rosso (in araldica: Gules a fess Argent). L'origine non è stata definitivamente stabilita, probabilmente derivava dai margravi stiriani della famiglia nobile di Otakar, che adottarono i colori dai discendenti del duca della Carinzia Adalbero (governato dal 1011 al 1035), un rampollo del Casa di Eppenstein che si estinse nel 1122. Tuttavia, il margrave di Babenberg Leopoldo III d'Austria (1095-1136) era già stato raffigurato con uno scudo tribale nel 1105.

 

Quando l'ultimo duca di Ottaviano, Ottocaro IV di Stiria, morì nel 1192, il ducato stiriano fu ereditato dal duca Leopoldo V d'Austria di Babenberg secondo il Patto du Georgenberg del 1186. 

 

Secondo lo storico del XVIII secolo Chrysostomus Hanthaler, suo nipote Federico II d'Austria (1230-1246), soprannominato il "Quarrelsome" o il "Warlike", l'ultimo della dinastia dei Babenberg, disegnò un nuovo stemma in rosso-bianco. Lo stemmma viene documentato in un sigillo su un atto emesso il 30 novembre 1230, che confermerebbe i privilegi dell'abbazia di Lilienfeld. Il cronista medievale Jans der Enikel riferisce che il duca apparve in un abito cerimoniale rosso-bianco-rosso a Vienna.

 

I colori della famiglia Babenberg si svilupparono sullo stemma dei loro possedimenti austriaci. Dopo che la dinastia si era estinta con la morte di Federico alla battaglia del fiume Leitha del 1246, furono adottati dal suo successore di Přemyslid, re Ottocaro II di Boemia. Durante la battaglia sul Marchfeld del 1278 i colori furono assunti dalla vittoriosa casata degli Asburgo e gradualmente divenne lo stemma delle terre ereditarie della dinastia all'interno della monarchia asburgica.