100% Made in Italy

Egitto

Live Chat

Scrivici

Bandiera da tavolo Egitto

Acquista la bandiera da tavolo Egitto. Le bandierine da tavolo Egitto sono ideali da essere poste sulla scrivania, per ricordare un viaggio o per dare il benvenuto a qualcuno che ci visita proveniendo da Egitto.

 

La bandierina di Egitto è venduta singolarmente senza basetta. Le basette possono essere acquistate a parte.

 

versione da scrivania della bandiera dell'Egitto. La bandiera è quella per uso civile e di stato, adottata anche dalla guardiamarina civile e statale. La bandiera ha una ratio 2:3. Il vessillo egiziano è stato adottato il 4 Ottobre 1984. Il 
disegno vede le tre bande orizzontali rosso-bianco-nere con l'aquila di Saladino al centro.

Leggi di più
Egitto

L’immagine è soggetta a copyright e non è riutilizzabile.

Seleziona il materiale:

Poliestere Leggero Ideale per Interno




Dimensione:

Quantità:

Prezzo: (Iva Inclusa)

Vedi tabella dei formati disponibili

Tabella di comparazione formati e prezzi disponibili per Egitto:

Formato bandiera

Prezzo cda

14x21 cm

Poliestere Leggero

Prezzo cda:

4,00 €

(Iva Inclusa)

Base da tavolo in marmo

Base da tavolo in marmo

base elegante in marmo - 75x75 mm

Base da tavolo in marmo

Egitto

Egitto

adesivo/magnete bandiera dell'Egitto

Egitto

Palestina

Bandiera Palestina

Vendita bandiera palestinese

Bandiera Palestina

Israele

Bandiera Israele

Vendita bandiera israeliana

Bandiera Israele

Sudan

Bandiera Sudan

Vendita bandiera del Sudan

Bandiera Sudan

Arabia Saudita

Bandiera Arabia Saudita

Vendita bandiera della Arabia Saudita

Bandiera Arabia Saudita

Acquista con la bandiera da tavolo dell'Egitto anche la base che più ti piace. Disponiamo di basette con base in marmo, basette in ferro cromato, basette in ottone cromato, basette in legno. A seconda dell'ambiente in cui sarà esposta la tua bandierina dell'Egitto sarà più opportuna una specifica tipologia di basetta.

 

L'Egitto moderno risale al 1922, quando ottenne l'indipendenza dall'impero britannico come monarchia. Dopo la rivoluzione del 1952, l'Egitto si dichiarò una repubblica e nel 1958 si unì alla Siria per formare la Repubblica Araba Unita, che si sciolse nel 1961. Durante la seconda metà del XX secolo l'Egitto subì conflitti sociali e religiosi e instabilità politica, combattendo diversi conflitti armati con Israele nel 1948, 1956, 1967 e 1973, e che occupano intermittentemente la Striscia di Gaza fino al 1967. Nel 1980, l'Egitto firmò gli Accordi di Camp David, ritirandosi dalla Striscia di Gaza e riconoscendo Israele. Il paese continua ad affrontare le sfide del terrorismo, dei disordini politici e del sottosviluppo economico.

 

Con oltre 95 milioni di abitanti, l'Egitto è il paese più popoloso del Nord Africa e del mondo arabo, il terzo più popoloso dell'Africa (dopo la Nigeria e l'Etiopia) e il quindicesimo più popoloso del mondo. La stragrande maggioranza della popolazione vive vicino alle rive del Nilo, un'area di circa 40.000 chilometri quadrati, dove si trova l'unica terra coltivabile. Le grandi regioni del deserto del Sahara, che costituiscono la maggior parte del territorio egiziano, sono scarsamente abitate. Circa la metà dei residenti egiziani vive in aree urbane, con la maggior diffusione nei centri densamente popolati del Cairo, Alessandria e altre importanti città del Delta del Nilo.

 

L'Egitto è considerato una potenza regionale nel Nord Africa, nel Medio Oriente e nel mondo musulmano e una potenza di mezzo in tutto il mondo. [16] L'economia egiziana è una delle più grandi e diversificate del Medio Oriente e si prevede che diventerà una delle più grandi del XXI secolo. Nel 2016, l'Egitto ha superato il Sudafrica e divenne la seconda economia dell'Africa. L'Egitto è un membro fondatore delle Nazioni Unite, Movimento non allineato, Lega araba, Unione africana e Organizzazione della cooperazione islamica.