100% Made in Italy

Bandiera Rapolla

La bandiera di Rapolla

Live Chat

Scrivici
bandiera Rapolla

Bandiera Rapolla in vendita

La bandiera di Rapolla è costituita da una bandiera azzurra con al centro lo stemma della città. Rapolla è un comune italiano della provincia di Potenza, in Basilicata. 

Leggi di più
bandiera di Rapolla

Materiale:

Poliestere Nautico Ideale per Esterno

Stamina di poliestere per interno ed esterno

Dimensione:

Quantità:

Prezzo: (Iva Inclusa)

Vedi tabella dei formati disponibili

Dettaglio delle nostre finiture

Bandiere in Poliestere Nautico

Formato bandiera

Prezzo cda

20x30 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

15,00 €

(Iva Inclusa)

30x45 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

20,00 €

(Iva Inclusa)

70x100 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

28,00 €

(Iva Inclusa)

100x150 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

38,00 €

(Iva Inclusa)

150x225 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

60,00 €

(Iva Inclusa)

200x300 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

130,00 €

(Iva Inclusa)

300x450 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

270,00 €

(Iva Inclusa)

400x600 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

488,00 €

(Iva Inclusa)

Bandiere in Stamina di poliestere

Formato bandiera

Prezzo cda

20x30 cm

Stamina di poliestere

Prezzo cda:

34,00 €

(Iva Inclusa)

30x45 cm

Stamina di poliestere

Prezzo cda:

46,00 €

(Iva Inclusa)

70x100 cm

Stamina di poliestere

Prezzo cda:

63,00 €

(Iva Inclusa)

100x150 cm

Stamina di poliestere

Prezzo cda:

87,00 €

(Iva Inclusa)

150x225 cm

Stamina di poliestere

Prezzo cda:

184,00 €

(Iva Inclusa)

Chi ha comprato la Bandiera Rapolla ha mostrato interesse anche per:

Vendita bandiera Rapolla

Rapolla è nota sia per la produzione vinicola (Aglianico, Malvasia e Moscato, spesso conservato nelle cavità di tufo vulcanico del Parco Urbano delle cantine), che per la produzione olivicola (l'olio extravergine di oliva) oltre che per il turismo termale, collegato alla presenza di fonti termali che sgorgano dalle tre sorgenti, presso la contrada "Orto del Lago".

Lo stemma della città vede la presenza di due serpenti che incrociano i loro corpi. Il simbolo è di origine romana e fa riferimento alla battaglia di Heraclea nel III secolo a.C., sulle coste ioniche, quando le truppe del generale romano Luscino ritiratosi nell'entroterra lucano dopo la sconfitta con i greci di Pirro e i loro Trenta Elefanti, si accamparono sulle Terrazze del Cerro site a oriente del territorio rapollese.

Qui i romani intravidero una fortificazione presso il Monte Vulture: era l'allora Strapellum, un fortilizio militare con un tempio greco al centro, dominato da una torre.

I romani oltrepassarono il vallone dell'Ontrolmo ed entrarono a Strapellum, vedendo però gente riversa a terra e resti di battaglia. Decisi a non aggiungere "sangue al sangue", i soldati posero sulla porta del paese una mattonella di terracotta rossa con una iscrizione recante due serpenti attorcigliati che nel linguaggio militare romano di allora voleva dire, "Attenzione: è luogo sacro, non si passa, non si fa rumore". 

Una seconda interpretazione vuole invece che i due serpenti rappresentino le due fiumare Melfia e Ontrolmo che delimitano, sui versanti nord e sud, il vecchio centro abitato.