100% Made in Italy

Bandiera Isole Salomone

Vendita bandiera delle Isole Salomone

Live Chat

Scrivici
bandiera Isole Salomone

Bandiera Isole Salomone in vendita

La bandiera delle Isole Salomone è stata adottata ufficialmente il 18 Novembre del 1977. La bandiera nazionale consiste di due triangoli uno blu e uno verde separati da un riga gialla diagonale dall'angolo in basso a sinistra all'angolo in altro a destra. Nell'angolo in alto a sinistra all'interno del triangolo blu sono presenti cinque stelle bianche 2-1-2. Il rapporto tra altezza e larghezza è di 1 a 2. La larghezza della riga gialla diagonale è 1/10 dell'altezza. Le stelle, all'incirca, descrivono un cerchio del diametro 2/10 dell'altezza. Sembra non esistano prescrizioni ufficiali che precisino i dettagli. La bandiera è stata adottata per sostituire la British Blue Ensign, otto mesi prima che il paese conquistasse l'indipendenza.

Leggi di più
Bandiera Isole Salomone

Materiale:

Poliestere Nautico Ideale per Esterno

Poliestere Leggero Ideale per Interno

Stamina di poliestere per interno ed esterno

Dimensione:

Quantità:

Prezzo: (Iva Inclusa)

Vedi tabella dei formati disponibili

Dettaglio delle nostre finiture

Bandiere in Poliestere Nautico

Formato bandiera

Prezzo cda

20x30 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

15,00 €

(Iva Inclusa)

30x45 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

20,00 €

(Iva Inclusa)

70x100 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

28,00 €

(Iva Inclusa)

100x150 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

38,00 €

(Iva Inclusa)

150x225 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

60,00 €

(Iva Inclusa)

200x300 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

130,00 €

(Iva Inclusa)

300x450 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

270,00 €

(Iva Inclusa)

400x600 cm

Poliestere Nautico

Prezzo cda:

488,00 €

(Iva Inclusa)

Bandiere in Stamina di poliestere

Formato bandiera

Prezzo cda

20x30 cm

Stamina di poliestere

Prezzo cda:

34,00 €

(Iva Inclusa)

30x45 cm

Stamina di poliestere

Prezzo cda:

46,00 €

(Iva Inclusa)

70x100 cm

Stamina di poliestere

Prezzo cda:

63,00 €

(Iva Inclusa)

100x150 cm

Stamina di poliestere

Prezzo cda:

87,00 €

(Iva Inclusa)

150x225 cm

Stamina di poliestere

Prezzo cda:

184,00 €

(Iva Inclusa)

Bandiere in Poliestere Leggero

Formato bandiera

Prezzo cda

91x140 cm

Poliestere Leggero

Prezzo cda:

11,00 €

(Iva Inclusa)

Bandiere da tavolo

Formato bandiera

Prezzo cda

14x21

14x21 cm
Poliestere Leggero

Prezzo cda:

4,00 €

(Iva Inclusa)

Chi ha comprato la Bandiera Isole Salomone ha mostrato interesse anche per:

Vendita bandiera Isole Salomone

Caratteristiche della bandiera delle Isole Salomone

 

La linea diagonlae gialla che divide la bandiera delle Isole Salomone in due triangoli rappresenta il sole che splende sulle isole. I due triangoli blu e vedre rappresentano la terra e l'acqua dell'Oceano Pacifico. Le cinque stelle inserite nell'angolo in alto a sinistra rappresentavano i 5 distretti in cui erano inizialmente suddivise le isole. Quando le isole successivamente furono divise in 7 distretti, il simbolismo delle stelle fu modificato. Oggi le cinque stelle rappresentano i cinque gruppi principali di isole che costituiscono l'arcipelato delle Isole Salomone, circondate dall'Oceano Pacifico.  
La bandiera ha sia un uso civile, di Stato e di bandiera militare. 

Lo stemma delle Isole Salomone è stato adottato l'anno successivo, nel 1978, ed vi è rappresentanto uno scudo sostenuto a destra da un coccodrillo e a sinistra da uno squalo. Il campo superiore dello scudo è azzurro e al suo interno sono rappresentati due uccelli in volo e un falco al centro. Al di sotto dello scudo sono rappresentati invece una grande varietà di archi, frecce e lance e due tartarughe. 
Al di sopra dello scudo e del campo azzurro è presente un elmo blu e argento. Nella parte superiore dello stemma brilla un sole rosso e nella parte inferiore è scritto il motto delle Isole: "Guidare è servire".

Prima dell'adozione della bandiera attuale, le Isole sono state rappresentate tra il 1893 e il 1906 da una bandiera identica alla Union Jack. Tra il 1906 e il 1947 è stata adottata una Blue Ensing, una bandiera blu con nell'angolo in alto a sinistra la bandiera inglese a destra lo stemma dei Tudor. Tra il 1947 e il 1955 una Blue Ensing con uno scudo raffigurante una tartaruga marina in bianco e nero. Una variante della Red Signal ufficiale. Tra il 1956 e il 1966 una Blue Ensign con in aggiunta uno scudo diviso in quattro parti raffigurante un leone, un'aquila, una tartaruga, un uccellodi  fregata e armi della regione - su un disco bianco. Tra il 1966 e il 1977 una bandiera identica a quelle adottata tra il 1956 e il 1966 senza però il disco bianco.

 

Storia e Curiosità sulle Isole Salomone

 

Le Isole Salomone si trovano nell'Oceano Pacifico a est della Papua Nuova Guinea, a Nord Est dell'Australia e a nordovest di Vanuatu. L'arcipelago si estende per una superficie di 28.400 chilometri quadrati. ed una popolazione di circa 600.000 persone. Le Isole Salomone sono un paese sovrano costituito da sei isole principali e oltre 900 isole minori in Oceania che si trovano ad est di Papua Nuova Guinea. La capitale del paese, Honiara, si trova sull'isola di Guadalcanal. 

Le Isole Salomone sono state scoperte nel 1568 dallo spagnolo Álvaro de Mendaña che, partito dal Perù, diede loro il nome di Islas Salomón. Questo arcipelago però era già abitato da migliaia di anni probabilmente da popolazioni provenienti dalla Papua Nuova Guinea che si stabilirono qui circa 30.000 anni a.C. Successivamente, 4000 anni a.C. arrivarono anche popolazioni di origine australiana e tra il 1200 e l'800 a.C. arrivarono che i Lapita, progenitori degli attuali polineasiani. I primi portarono le canoe, i secondi la ceramica. Gli abitanti di queste isole erano famosi per il cannibalismo. Le Isole Salomone meridionali sono divenute un protettorato britannico nel 1893. Precedentemente a questa data i primi occidentali a trasferirsi nelle Isole furono i Missionari a metà del XIX°secolo e i primi anni di colonizzazione sono stati caratterizzati da massacri e stragi causati dal brutale rapimento dei lavoratori per le piantagioni di zucchero nel Queensland e nelle Figi. Fu proprio a causa di queste barbarie che nel 1893 gli inglesi decisero di creare nelle Isole Salomone del Sud un protettorato inglese. Nel 1898 e nel 1899 il protettorato inglese si allargò fino ad inglobare nel 1900 anche una parte dell'arcipelo precedentemente sotto la giurisdizione tedesca, tranne le isole di Buka e Bougainville, che sono rimaste sotto l'amministrazione tedesca nell'ambito della Nuova Guinea tedesca. Sotto il prottettorato inglese i missionari cattolici convertirono la maggioranza della popolazione al cristianesimo e nel XX° secolo inglesi ed australiani diedero inizio sulle isole a piantagioni di cocco. La coltivazione si interruppe con lo scoppio della seconda guerra mondiale, quando inglesi ed australiani furono rimpatriati in Australia. Queste isole durante la seconda guerra mondiale furono terreno di violenti scontri tra Stati Uniti e Giappone. Famosa è la battaglia di Guadalcanal, la più importante e sanguinosa campagna combattuta nella guerra del Pacifico.

Al termine della seconda guerra mondiale furono istituiti negli anni '50 dei concili locali e nel 1970 venne redatta la nuova costituzione e furono indette le prime elezioni. La costituzione fu modificata successivamente nel 1974. Dopo la crisi petrolifera del 1973 e l'indipendenza della Papua Nuova Guinea dall'Australia nel 1975, anche l'Inghileterra valutò l'opportunità economica di concedere l'indipendenza alle Isole Salomone, il 7 luglio del 1978, che mantennero la monarchia come forma di governo. 

A partire dalla fine degli anni '90 le isole furono scosse da conflitti interetnici che terminarono nel 2001 con la firma dei Trattati di Pace. Oggi le Isole Salomone sono una monarchia costituzionale con la Regina delle Isole Salomone come capo di stato. 

 

Alcune curiosità

 

Durante la seconda guerra mondiale furono gli isolani Biuku Gasa e Eroni Kumana a trovare per primi il naufragato John F. Kennedy e il suo equipaggio del PT-109 e gli suggerirono di utilizzare una noce di cocco per scrivere un messaggio di salvataggio, che è stato successivamente tenuto alla scrivania di Kennedy quando è diventato presidente degli Stati Uniti.